amanti_di_chiaretto

A San Valentino si brinda con il nuovo Valtènesi Chiaretto

ll Valtènesi Chiaretto si prepara a tornare in tavola con l’annata 2019. Il déblocage ufficiale della nuova vendemmia è in programma il giorno di San Valentino, venerdì 14 febbraio dalle 18 al Museo Diocesano di Brescia con un grande evento gratuito aperto al pubblico ed offerto alla città dal Consorzio Valtènesi.

Ma che cos’è il Valtènesi chiaretto? Da dove deriva?

Un vitigno autoctono alla base del vino degli innamorati

san_valentino_con_il_chiaretto

Quello che oggi è considerato il prodotto d’eccellenza del lago di Garda deve la sua origine al senatore veneziano Pompeo Molmenti. Appassionato di viticoltura, nel 1896 l’ex sindaco di Moniga del Garda decise di inventare un nuovo vino con delle regole ben precise. Ispirato dall’atmosfera mite delle coste gardesane e dai viaggi fatti in Francia, mise a punto la tecnica di vinificazione in rosato del Groppello, il vitigno autoctono della zona. Nacque così il “vino di una notte”, il Chiaretto Valtènesi.

La terminologia “vino di una notte” la si deve al procedimento di vinificazione ideato da Molmenti. Il metodo, chiamato “vinificazione con svinatura per alzata di cappello”, consisteva nel pigiare delicatamente le uve e lasciarle assieme alle bucce per poche ore (all’incirca una notte, da qui la terminologia “vino di una notte”) per ottenere la famosa colorazione rosa tenue. Oggi, nonostante i nuovi strumenti e le svariate esperienze, il metodo è ancora lo stesso.

Come detto alla base del Chiaretto risiede il Groppello, il vitigno più tipico della sponda bresciana del Lago di Garda che si trova praticamente solo nella zona della Valtènesi. Il suo nome deriva dalla forma compatta del suo grappolo, simile ad un “groppo”, in dialetto “nodo”. Si tratta di un vitigno autoctono, e la sua tipologia più diffusa è quella del groppello gentile, facile a riconoscersi per la forma dell’apice e il grappolo sempre alato di forma cilindrica. Il suo acino ha una buccia molto sottile, di colore blu violetto.

La prima della Valtènesi 2019

deblocage_chiaretti_valtenesi_vino_rosa_museo_diocesano_brescia_lago_di_garda

Com’è ormai tradizione da qualche anno la prima del Valtènesi  vai scena il giorno di San Valentino proponendosi come ideale brindisi alla festa degli innamorati. L’appuntamento per il nuovo lancio anche quest’anno si terrà nella sede del Museo Diocesano di Brescia in via Gasparo da Salò 13, in un grande evento pubblico aperto a tutti i cittadini con ingresso gratuito. L’appuntamento è a partire dalle 18 con l’apertura degli stand per la cerimonia del déblocage, che avverrà alle 18.15.  Dalle 18.30 via ai brindisi alla nuova annata con banco d’assaggio e degustazione di Risotto al Chiaretto.

Un appuntamento da non perdere per tutti gli innamorati… di vino e, in particolare, di Chiaretto!

Informazioni utili

  • Quando: Venerdì 14 Febbraio 2020
  • Orario: dalle 18.00 alle 20.30
  • Dove: Museo Diocesano, via Gasparo da Salò 13 (Brescia)
  • Tipologia vini: Valtènesi Chiaretto
  • Degustazione: gratuita e aperta a tutti

10 euro di sconto sul primo ordine

Iscriviti e ricevi il tuo codice.

Lascia i tuoi dati e diventa un Amante di vino 👍

Please confirm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shopping Cart